Pane dolce all’uvetta e cioccolato bimby

Il pane dolce all’uvetta con cioccolato bimby e’ davvero una buona ricetta da cucinare per la vostra colazione.

E’ veramente semplice da realizzare e se segui ogni step alla perfezione avrai un risultato ottimo! E’ davvero molto morbido quasi come se fosse un pan brioche ma senza burro, perche’ all’interno c’e’ solo olio, quindi piu’ leggero ma non meno buono!

Il profumo che sprigiona quando questo impasto e’ in cottura e’ davvero inebriante! Per quanto riguarda la farcitura puoi mettere cio’ che vuoi a parte cioccolato e uvetta che secondo ci stanno davvero bene! Potrei vederci bene anche i canditi insieme solamente all’uvetta se li avete in casa. Per quanto riguarda il profumo ho aggiunto dell’essenza di arancia ma puoi anche mettere della buccia di agrumi grattuggiata.

Siete pronti a diventare fornai per un giorno direttamente a casa vostra?

 

Ingredienti:

  • 250g di f. manitoba
  • 250g di farina 00
  • un pizzico di sale
  • 100g di zucchero
  • 1 bustina di lievito disidratato
  • 150g di acqua
  • 200g di latte
  • 80g di olio di semi
  • 1 fialetta di essenza di arancia facoltativo
  • uvetta q.b.
  • cioccolato q.b.

 

Procedimento:

Fai intiepidire 150g di acqua 1 Min. 37° Vel. 1.

Fai il lievitino mescolando 150g di acqua di prima a 100g di farina 00 daetraendoli dai totali e mescola 1 min. vel.3

Fai lievitare nel boccale per 1/2 h

Aggiungi tutti gli altri ingredienti : le due farine mescolate al sale, latte e restante acqua a temperatura ambiente, l’olio, lo zucchero e impasta  3 min. vel. spiga

Metti l’impasto in una ciotola e aggiungi il cioccolato a gocce o tagliato a pezzetti e l’uvetta e impasta a mano per qualche secondo 

Fai tante palline aiutandoti con le mani bagnate e fai lievitare fino al raddoppio

Cuoci in forno 180° per 30 min. e spennella con un po’ di latte a temp. ambiente una volta cotti.

 

Consiglio:

Attenti alla levitazione! L’impasto deve lievitare bene fino al raddoppio in un luogo ben caldo se inverno!


Potrebbe interessarti

Commenta con Facebook