Fudge al cioccolato bimby: cioccolatini americani ripieni

I fudge americani col bimby sono dei quadrotti di cioccolato molto dolci e saporiti e possono essere arricchiti con della frutta secca all’interno oppure no, e’ una scelta.

Gli ingredienti sono pochi e basilari: cioccolato fondente e a latte e del latte condensato. Una volta fatti cuocere questi aggiungi frutta secca NON salata, a volonta’ e crea una sorta di crema che va messa in frigo a solidificare per almeno 2-3 h e si taglia successivamente a quadrotti grandi.

Possono essere un po’ considerati come dei cioccolatini ripieni¬†e sono ottimi da servire alla fine di una cena in estate presi direttamente dal frigo e mangiati freddi. Puoi scegliere di condirli come piu’ vuoi, un alternativa potrebbero essere le mandorle, nocciole, pistacchi o addirittura un miscuglio di un po’ di tutto per creare un nuovo sapore e versione alternativa e contemporanea. Sono molto semplici da realizzare e ci vuole veramente un attimo! Assolutamente da provare da fare almeno una volta nella vita!

Ingredienti

  • 150 g di cioccolato fondente
  • 150 g di cioccolato al latte
  • 30 g di burro
  • 300 g di latte condensato
  • 100 g di frutta secca a piacere facoltativo

Procedimento

Metti nel boccale il cioccolato spezzettato e trita 10 sec. vel. turbo

Aggiungi il burro e il latte condensato e fai cuocere per 5 min. 60 vel. 4 circa (controllate sempre pero’)

Aggiungi la frutta secca e amalgama nuovamente il tutto 10 sec. antiorario vel.5

Il composto ottenuto dovra’ essere liscio e omogeneo. Una volta ottenuto disponilo all’interno di una piccola teglia da forno foderata con pellicola trasparente e con l’aiuto di un cucchiaio o di una spatola livellalo per bene

Lascialo riposare in frigo per almeno 2 h e taglialo a cubetti con l’aiuto di un coltello

Consigli

Utilizza la frutta secca che piu’ ti piace come noci, nocciole e pistacchi

Puoi anche utilizzare come cioccolato solamente quello fondente se lo preferisci, in questo modo il cioccolatino avra’ un sapore meno dolce e piu’ tendente verso l’amarognolo


Potrebbe interessarti

Commenta con Facebook