Tigelle o crescentine bimby

tigelle-di-modenaMolti sanno che molti piatti tipici goderecci della tradizione italiana provengono dalla regione emilia-romagna. Degli esempi sono le piadine, lo gnocco fritto e molto altro.

La particolarita’ degli impasti emiliani o romagnoli e’ che hanno all’interno una dose abbastanza elevata di strutto o di burro, cosi’ facendo otterrai un impasto liscio e semplice da lavorare, soprattutto morbido. Oggi andremo a preparare assieme le tigelle o crescentine modenesi col bimby, piccoli panini lievitati ottimi per essere mangiati ripieno di dolce o salato. Questo impasto puo’ essere farcito con nutella, crema di nocciole di tutti i tipi, cioccolato fuso, marmellata oppure con salumi e formaggi. L’impasto e’ molto simile se non uguale a quelle delle piadine, ma la differenza sostanziale sta nello spessore che nelle crescentine e’ piu’ alto.

In giro vi sono tante versioni c’e’ chi mette acqua e latte e c’e’ chi mette strutto, c’e’ chi invece lo sostituisce con l’olio. Insomma tutta una questione di gusti e di esigenze. Ovviamente non manca la versione ancora piu’ golosa. Infatti ho letto che questo impasto si presta anche ad essere fritto per creare dei piccoli panini ancora piu’ buoni e golosi. Che vuoi di piu? 😀

Per quanti riguarda la cottura in emilia-romagna utilizzano una specie di piastra con delle piccole forme dove inserire la pasta, ma ovviamente nel caso in cui tu non l’avessi puoi utilizzare semplicemente una teglia unta di olio.

 

Ingredienti

  • 500 g di farina 00
  • 200 g di latte circa
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 cubetto di lievito di birra
  • 60 g di strutto

Procedimento

Metti nel boccale latte, lievito e zucchero e amalgama 20 sec. vel.6

Aggiungi sale, strutto e farina e aziona 1 min. vel. spiga

Metti l’impasto ottenuto all’interno di una ciotola e lascia lievitare fino a quando raddoppia di volume

(mettilo possibilmente in una zona calda della casa oppure dentro al forno con luce accesa coperto da un canovaccio o un piatto)

Stendi la pasta non troppo sottile e con un bicchiere ritaglia tante forme rotonde

Cuoci le crescentine all’interno di una padella antiaderente oppure utilizzando l’apposita piastra emiliana chiamata tigelliera

Una volta cotti da entrambi i lati taglia al centro utilizzando un coltello e farcisci con cosa ti piace di piu’

Consiglio

E’ un impasto che si presta anche ad essere fritto

Puoi sostituire lo strutto con burro o olio extra vergine

Nel caso in cui l’impasto avesse bisogno di liquidi puoi aggiungere dell’acqua a temperatura ambiente oppure leggermente intiepidita

Papisc’s photocredit


Potrebbe interessarti

Commenta con Facebook