Gelato al caffe’ bimby

gelato al caffe'Il gelato al caffe’ bimby e’ uno di quei gusti di gelato che piace molto ai grandi, un po’ meno ai bambini.

Denso, cremoso e molto saporito. Cosa bisogna dire di piu’? Una ricetta molto semplice che richiede pochi ingredienti (i soliti per far gelati) e anche il caffe’ che fa da protagonista come gusto. Il caffe’ che va utilizzato e’ il caffe’ ristretto perche’ in questo modo riusciremo a sentirne il vero aroma anche dopo averlo amalgamato a tutti gli altri ingredienti.

Molto carina sarebbe l’idea di presentarlo all’interno di ciotoline o coppette con delle scagliette di cioccolato sopra. Ovviamente un piccolo biscottino ci sta’ proprio! Un altra idea carina sarebbe quella di servirlo all’interno di cestini di pasta frolla e poi decorarli allegramente come descritto sopra. Cioccolato e’ caffe’ stanno sempre bene insieme come gusti, questo e’ indiscutibile. Per questo motivo quando fai queste sorte di preparazioni puoi giocare molto nel “mescolarli” durante la guarnizione e quando lo servi a tavola.

Ottimo per una merenda di pomeriggio sana e fresca o anche come dolce finale alla fine una cena per rinfrescarsi soprattutto d’Estate che fa molto caldo anche alla sera.

Ingredienti

  • 100 ml di caffe’ ristretto
  • 2 uova
  • 100 g di zucchero
  • 200 ml di panna liquida
  • 200 ml di latte
  • un pizzico di sale
  • una bustina di vanillina

Procedimento

Metti all’interno del boccale il latte, panna, pizzico di sale, vanillina, caffe’, zucchero e le uova 7 min. 80° vel.3

Metti il composto all’interno di una vaschetta o contenitore e lascialo raffreddare completamente

Riponilo in freezer e lascialo li fino a quando diventa duro e cremoso per essere servito

Diversamente puoi far riposare il composto tutta notte, lasciaro 5 min. a temperatura ambiente e romperlo tutto in pezzi e mantecalo all’interno del boccale10 sec. vel.9 e 20 vel.4. spatolando . Servilo subito ai tuoi commensali

Consiglio

Servilo mettendo sopra qualche chicco di caffe’ ricoperto di cioccolato!

Megan.chromic‘s photo credit

 


Potrebbe interessarti

Commenta con Facebook