Alfajores argentini bimby

alfajores

Gli alfajores argenti bimby sono un dolce tipo snack che viene molto consumato nei paesi sud americani come ad esempio l’Argentina.

Sono degli snack dal sapore burro e molto semplice, infatti la base ricorda il sapore di una pasta frolla ma molto piu’ saporita. Per quanto riguarda i gusti e ricette ne esistono di svariate versioni in maniera tale che il cliente scelga quello che piu’ gli piace.

Per esperienza personale, che vi raccontero’ magari in un futuro post ne esistono di molti tipi anche al cioccolato o passati nel cocco.

Ad ogni modo questa e’ la , la versione originale che tutti amano senza troppi fronzoli. Insomma un sandwich di biscotto grande tipo bacio di dama ma col sapore del dulche de leche all’interno che fa la differenza.

Ingredienti

Per la base di boscotto

  • 200 g di maizena
  • 100 g di farina 00
  • 2 uova medie + 1 albume
  • un pizzico di sale
  • vanillina o estratto di vaniglia
  • 100 g di zucchero semolato
  • 1/2 cucchiaino di lievito vanigliato per dolci

Per la farcitura intera

Procedimento

Trita lo zucchero con la vanillina per 10 sec. vel.10

Aggiungi tutti gli altri ingredienti ed impasta per 30 sec. vel.5 e successivamente per 1 min. vel. spiga

Stendi la pasta col mattarello e un con un bicchiere crea tanti cerchi uguali e disponili all’interno di una teglia e falli cuocere a 180° per 10 min. o fino a quando capisci che si sono cotti.

  • Importante: devono rimanere chiari e non diventare troppo scuri

Una volta cotti i biscotti spalma all’interno il dulche de leche fatto in casa ovvero una crema spalmabile dalla consistenza liquido-densa e chiudili a forma di sandwich. Ovviamente questo procedimento deve essere fatto quando i biscotti ed il dulche sono completamente freddati e non tiepidi, altrimenti si romperebbero.

Servi magari con una spolverizzata di zucchero a velo, volendo.

Consiglio

Fai riposare il panetto in frigo come una normale frolla per 30 min. circa per evitare che si appicchi o che si crepi.

Volendo puoi passare i bordi nel cocco disidratato per ingustosirli maggiormente.

Sarah Katznell’s photo credit


Potrebbe interessarti

Commenta con Facebook