Vellutata di verdure e frutti di mare bimby

Soprattutto nei periodi estivi potrebbe essere interessante realizzare una buona vellutata o crema di verdure con i frutti di mare all’interno.

Realizzarla e’ molto semplice se si hanno i giusti ingredienti e soprattutto se si hanno degli ingredienti freschi freschi. In questo modo potrai realizzare un piatto saporito, goloso molto estivo da mangiare sia caldo che freddo. Ovviamente nessuno vi vieta di realizzarlo completamente dalla a alla z con dei prodotti congelati o surgelati duranti il periodo invernale.

Un piatto sicuramente molto profumato per via della verdura che una volta cotta rilascia un bel profumino e soprattutto insieme ai frutti di mare che una volta cotta invadono la cucina di profumo di mare. Ricordo che puoi utilizzare i frutti di mare che ti pacciono maggiormente.

Ingredienti

  • 400 g di frutti mare sgusciati
  • sale e peperoncino in polvere q.b.
  • 1 spicchio di aglio
  • prezzemolo q.b.
  • 1 cipolla
  • 3 cucchiai di olio
  • 350 g di patate sbucciate e tagliate a cubetti
  • 250 g di fagioli in scatola scolati
  • qualche pomodorino datterino o ciliegino
  • 400 g di brodo vegetale

Procedimento

Metti nel boccale, cipolla, prezzemolo, aglio e trita 5 sec. vel.5

Aggiungi sale, peperoncino e l’olio e fai insaporire per 3 min. 100/120° vel.1

Unire tutte le verdure tagliate a pezzetti, il brodo vegetale e posiziona il varoma sopra con all’interno tutti i frutti di mare disposti su di un foglio di carta forno.

Fai cuocere il tutto per 30 min. varoma vel.1

Una volta fatto cio’ togli il varoma e omogeneizza tutto per 1 min vel.8

Metti la crema o la vellutata di verdure all’interno di un piatto e disponi sopra tutti i frutti di mare cotti al vapore.

Un filo di olio a crudo ancora e servi con dei crostini.

Consiglio

Pulisci qualunque frutto di mare tu metta all’interno della “zuppa”, pulendolo e facendolo spurgare per bene. Bisogna risciacquare l’acqua continuamente. Per farlo vi sono tanti metodi, tu quale usi per eliminare la sabbia?


Potrebbe interessarti

Commenta con Facebook